CONTATTI

Via Andrea Doria 79 Scala F
00192 - Roma
Email: info@speleoclubroma.org
Tutti i venerdì dalle ore 21:00 alle ore 23:00

DOVE SIAMO

Loading...
Notizie 2017-06-25T18:09:23+00:00

Scintilena Una luce nel Buio - Notiziario di Speleologia

  • “Il parco delle Mura e delle Acque” a Padova sotterranea
    by Lara Nalon on 17 novembre 2017 at 23:51

    Il Gruppo Speleologico Padovano ha partecipato venerdì 10 novembre al convegno “Il parco delle Mura e delle Acque – Nuova Urbanistica e turismo sostenibili per Padova e il suo territorio” a Palazzo S. Stefano. Leggi la dettagliata relazione sul livello di fruizione riguardante gli Itinerari speleologici pubblicata sul sito Gruppo Speleologico Padovano CAI a cura [... […]

  • Alpi Giulie Cinema 2018
    by Lara Nalon on 17 novembre 2017 at 23:05

    [ 27 febbraio 2018; ] Da "La Gazzetta dello Speleologo": il comunicato dall'Ufficio Stampa Monte Analogo relativo ai due premi di Alpi Giulie Cinema 2018 è disponibile al link http://www.fsrfvg.it/wp/wp-content/uploads/2017/11/c.s.-Alpi-Giulie-Cinema-2-premi.pdf - La Scabiosa Trenta (ventiquattresima edizione) - HELLS BELLS Speleo Award (dal 2012) Il termine ultimo per la partecipazione è il 25 Gennaio 2018. Le produzioni premiate verranno proiettate al Teatro Miela di [... […]

  • CSC Trent’anni e non sentirli
    by Pierpaolo Dore on 17 novembre 2017 at 20:53

    Il 9 gennaio 2014 si festeggiavano i trent’anni di attività del Centro Speleologico Cagliaritano, nei mesi a seguire vennero organizzate diverse iniziative per festeggiare questo evento, tra queste l’11 luglio 2014 venne inaugurata la mostra fotografica Obiettivi Sotterranei, sempre in quell’occasione venne presentato per la prima volta il rilievo della Grotta di Gutturu ‘e Murgulavò [... […]

  • Sicilia, trovate impronte di mani dipinte risalenti al Paleolitico Superiore.
    by Henry De Santis on 17 novembre 2017 at 20:10

    Foto delle impronte tratta dal sito del Cesmap (www.cesmap.it)Nell’ambito del progetto Handpas – Mani del Passato, un’equipe internazionale composta da CeSMAP di Pinerolo, Soprintendenza Beni Culturali ed Ambientali della Sicilia, Servizio Archeologico dell’Extremadura ed Università di Zaragoza ha confermato l’esistenza di alcune impronte di mani dipinte nella grotta “Perciata”, sul monte Gallo, nel Palermitano. L’esistenza delle [... […]

  • “Montagna Insieme – Spettacolo Montagna” – venerdì 24 novembre – Conegliano TV
    by Bianca Trevisan on 17 novembre 2017 at 14:01

    Sandro Sedran e il gruppo dell’S-Team, ospiti della rassegna “Montagna Insieme – Spettacolo Montagna” Venerdì 24 Novembre alle ore 21 presso l’Auditorium “Dina Orsini” proporranno una serata ricca di immagini e video per raccontare il mondo della speleologia veneta e le sue meravigliose grotte. Vi aspettiamo per addentrarci dentro la montagna e per scoprire cosa si nasconde SOTTOTERRA! […]

GROTTAMBULO Non vorrei mai far parte di un club che accetti fra i suoi soci un tipo come me

  • Gole dell’Alcantara
    by grottambulo on 31 ottobre 2017 at 18:40

    Giornata uggiosa oggi, terzultimo giorno di vacanze, cosa ci rimane da fare prima della partenza? Una idea ce la da l’App “Sciara Nera” ovvero il sito Etnatrecking.com che in questi giorni abbiamo ottimamente consultato: le Gole dell’Alcantara. Sono uno dei … Continua a leggere &rarr […]

  • Grotta Intraleo
    by grottambulo on 30 ottobre 2017 at 23:14

    La grotta consiste in un insieme di gallerie di scorrimento di varie dimensioni situate a livelli diversi. Si accede alla grotta tramite delle scalette intagliate nella roccia, ci troviamo ancora all’aperto, al centro di un crollo del soffitto, la piccola … Continua a leggere &rarr […]

  • Torrente Mazzeo
    by grottambulo on 30 ottobre 2017 at 22:35

    Finalmente una forra, la prima ed ahimè l’unica, da quando sono in vacanza in Sicilia, appuntamento alle ore 11,00 al Mc Donald’s di Acireale con i ragazzi del Gruppo grotte Catania CAI Sez. Etna e con Emilio giunto da Roma … Continua a leggere &rarr […]

  • Grotta Catanese e Lentini
    by grottambulo on 30 ottobre 2017 at 11:04

    Nel Comune di Ragalna (Ct) ai confini del Parco dell’Etna si apre la Grotta Catanese, una cavità breve, tanto da essere illuminata dalla luce solare, ma è uno dei più grandi canali di scorrimento lavico dell’Etna, con un’altezza superiore ai 13 … Continua a leggere &rarr […]

  • Grotta dei tre livelli
    by grottambulo on 26 ottobre 2017 at 8:48

    Alle pendici dell’Etna, nel comune di Zafferana si trova una delle più importanti grotte catanesi, la grotta dei tre livelli, lunga 1100m e con un dislivello di 300m circa. Separate solo da una ventina di metri di crolli, verso valle, … Continua a leggere &rarr […]

aggrottiamoci Parlando di grotte ed altre amenita'!

  • 58° Corso SCR – Catillo – 12/11/2017
    by fato63 on 16 novembre 2017 at 21:29

    Prima uscita del 58° corso SCR. La palestra di roccia al Catillo. Prima di tutto un saluto agli allievi di questo 58° corso. Abbiamo appena avviato la conoscenza reciproca e la vostra col mondo delle grotte e dei tipi strani … Continua a leggere &rarr […]

  • 58° Corso SCR – Inizia! – 10/11/2017
    by fato63 on 11 novembre 2017 at 22:49

    Ci siamo, e’ iniziato il 58° corso SCR. Domenica i nostri nuovi corsari si cimenteranno con gli attrezzi speleo per salire e scendere su corda. Approfitto per presentarvi la locandina di questo corso: In bocca al lupo a tutti i … Continua a leggere &rarr […]

  • Finalmente Speleo 2017 – 01/11/2017
    by fato63 on 11 novembre 2017 at 22:41

    Raduno! La consueta riunione di tutti gli speleo d’Italia. Quest’anno piu’ che mai, finalmente raduno! Stavolta infatti si tiene a Finale Ligure, o meglio a FinalBorgo, l’antico borgo, poco piu’ all’interno e portato a nuova vita grazie ad un intenso … Continua a leggere &rarr […]

  • Erebus – 29/10/2017
    by fato63 on 10 novembre 2017 at 18:01

    Una interessante gita con Matilde, Giuseppe ed io. Una volta tanto sono io a prendere la macchina. Passo a prendere Giuseppe poi andiamo a Settebagni per l’appuntamento con Matilde. La dobbiamo aspettare ben oltre il quarto d’ora accademico, pero’ appena … Continua a leggere &rarr […]

  • Morra Zinna – Pre-corso SCR – 15/10/2017
    by fato63 on 26 ottobre 2017 at 18:38

    Il, quasi, tradizionale incontro pre-corso per un aggiornamento di tutti gli istruttori con gran parte dei soci SCR ed alcuni dello SZS. Anche quest’anno lo Speleo Club Roma sara’ impegnato col corso di introduzione alla speleologia. Come facciamo oramai da … Continua a leggere &rarr […]

Sotto Sopra Con questo Blog porto a conoscenza di ritrovamenti, articoli e notizie varie da me raccolte nel tempo, da ampliare con interventi di chi vuole partecipare.

  • Gioco del Filetto - Triplice Cinta - Chiesa Santa Maria della Consolazione - Todi
    by Giorgio Pintus on 4 novembre 2015 at 10:14

    Una prima ricognizione nella cittadina di Todi ci ha portato a vedere tre giochi del Filetto incisi su pietra.Lungo il perimetro del Tempio di Santa Maria della Consolazione (clicca sopra), nella parte destra, guardando l'ingresso, sui sedili appoggiati alle mura perimetrali si notano queste incisioni. E' un primo contributo a successive visite.Partecipanti: R. De Filippis, S. Bevilacqua, G. PolitiFacciata del Tempio […]

  • Cunicolo idraulico "La Fabbrica della Piana - Todi
    by Giorgio Pintus on 3 novembre 2015 at 19:15

    Una interessante passeggiata nei sotterranei di Todi. Approfittando dell'incontro annuale di Speleologia che si è svolto nella cittadina di Narni e dove sono state organizzate delle visite ipogee nelle vicinanze, abbiamo scelto di andare a vedere questo particolare ipogeo del XIX sec.. Particolare in quanto gli autori del libro, Valerio Chiaraluce e Massimo Rocchi Bilancini dell'Associazione Culturale Toward Sky (clicca sopra), hanno dedicato dieci anni del loro tempo e con imponenti lavori, aiutati da amici e dalle istituzioni, a rendere fruibile il cunicolo.Dall'ingresso situato nei pressi di una fonte si accede direttamente nel cunicolo. Questo risulta completamente rivestito di mattoncini per tutto il suo percorso. Un piccolo tratto presenta alla base un breve rivestimento in coccio pesto, un altro si svolge salendo ben 92 gradini. Lungo le pareti in mattoni dei fori per il trasudo del terreno scavato hanno al loro interno anche piccole concrezioni. Altri diverticoli, con lo stesso sistema costruttivo, drenano parte della collina e ottemperano allo scopo per cui tutto il manufatto è stato costruito. Le due guide, autori del libro, sono state oltremodo precise nella esposizione tecnico costruttiva dell'ipogeo, rivelandoci precisi particolari del loro lavoro. Insomma due ore interessanti passate all'interno del cunicolo.Un sentito ringraziamento ai due autori, chiaramente per saperne di più il libro (quaderno dell'Associazione) è veramente esaustivo sotto tutti gli aspetti. Partecipanti: R. De Filippis, G.Politi, S.BevilacquaFrontespizio del libroFonte e parte terminale del cunicolo drenanteIngressoParticolare del cunicoloConcrezioni all'interno dei fori di trasudoConcrezione parietaleIniziali impresse dal fornitore dei mattoncini in cottoScala interna del condotto […]

  • Gioco del Filetto o Triplice cinta, Alquerque - Fondi (LT)
    by Giorgio Pintus on 27 agosto 2015 at 12:52

    Una interessante passeggiata per la cittadina di Fondi, in provincia di Latina, ci ha portato ad individuare altri tre giochi del Filetto o triplice Cinta. Altri due e il gioco dell'Alquerque erano già segnalati.Nella chiesa di San Francesco nell'esonartece, (portico esterno), nella parte sinistra guardando la chiesa ve n'è uno inciso su di una pietra in peperino, l'altra si trova nel chiostro alla base del pozzo/cisterna. Le altre si trovano una nella parte posteriore della chiesa di Santa Maria del Soccorso, all'ingresso della cittadina proveniendo da Terracina sempre su pietra peperino. L'altra incisa in una pietra lungo il torrente che passa a San Magno sotto il ponte.L'Alquerque, gioco composto da diversi Tris, si trova sui gradini del foro Romano laterale alla chiesa di Santa Maria Assunta.Un altro gioco del Filetto si trova nel palazzo Caetani nei pressi dei servizi igienici.Partecipanti alla passeggiata M. Cotumaccio, G. Pintus Chisa di Santa Maria del Soccorso                                     Incisione del Filetto su pietra vulcanica, peperino.                                       Chiesa di San  FrancescoGioco del Filetto nell'esonartece della chiesa di San Francesco, incia su pietra vulcanica, peperinoGioco del Filetto nel Chiostro della chiesa di San FrancescoChiostro con pozzoChiostroAlquerque nel Foro RomanoSan MagnoPietra nel torrente sotto ponte San Magno con inciso il gioco del FilettoPonte San Magno […]

  • Triplice Cinta o gioco del Filetto - Vallecorsa - Frosinone
    by Giorgio Pintus on 30 marzo 2015 at 11:45

    Dopo una mattinata in grotta nelle vicinanze del paese di Vallecorsa visitiamo il paese nuovo (?) alla ricerca della presenza del gioco del Filetto. La visita non è completa per mancanza di tempo, ma possiamo notare una numerosa presenza di molte incisioni poste sulle soglie di ingressi ed altre incise su blocchi calcarei adibiti a sedili. Una lavorazione di un blocco calcare ha attirato la nostra attenzione, un lavatoio completamente lavorato a mano e posto accanto ad una riserva di acqua piovana.E' interessante notare che già venne individuata una TC (gioco del Filetto) diverso tempo fa dal prof. Italo Biddittu nella chiesa di Santa Maria delle Grazie, ma non ne vennero menzionate altre presenti nel paese.Il paese interessante per la sua architettura medievale mantiene, nonostante i bombardamenti dell'ultima guerra («Centro strategicamente importante, situato sulla linea Gustav, durante l’ultimo conflitto mondiale si trovò al centro degli opposti schieramenti, subendo ogni sorta di violenza dalle truppe tedesche e marocchine e continui e devastanti bombardamenti da parte alleata che causarono la morte di numerosissimi cittadini e la totale distruzione dell’abitato. I sopravvissuti, costretti a trovare rifugi occasionali sulla montagna, resistevano con fierissimo contegno alle più dure sofferenze, offrendo un ammirevole esempio di coraggio e amor patrio.» Vallecorsa (FR), 1943-1944), la sua fisionomia architettonica.   La ricostruzione ha portato sicuramente ad utilizzare parte del materiale calcare e posizionarlo in diverso modo, notiamo che alcuni blocchi con incisioni del Filetto sono stati posti verticalmente. Così anche una pietra con inciso anche il gioco della Dama è posto verticalmente.Di seguito si riportano le vie dove sono state notate le varie incisioni:Via Sant'Antonio                               incisione su di una porta finestra ed accanto al sagrato dx della chiesaVia San Gaspare del Bufalo n 35Via San Gaspare del Bufalo n Via Umberto I n 18 Via Umberto I angolo via Palatina 1 gioco del Filetto e un gioco di Dama verticalmente in basso all'angoloCasa natale di Pasquale de Rossi Largo de Mattias                              sotto l'arcoVia Beata Maria de Mattias n 30Via Porta Missoria n 81           Via Porta Missoria                            cisterna con LavatoioPiazza Sant'Angelo                           pietra lavorata a sedile lato sx ingressoPiazza Sant'Angelo n 4Piazza Sant'Angelo                          accanto all'arco parte dxPartecipanti. M. Re, M. Fierli, M. Piro, G. Mecchia, G. PintusFoto, G. Pintus Sedile lato sx chiesa di Sant'AngeloLavatoio lavorato in pietra calcare con accanto cisterna di acqua piovana Gioco della Dama posto verticalmente, a lato gioco del Filetto Gioco del Filetto posto verticalmente Via Umberto I angolo Via Palatina Santa Maria delle Grazie. Il prof. I. Biddittu nota una TC, gioco del Filetto, in un basolo del pavimento del pronao della chiesa &nbs […]

  • Basilica di Santa Sinforosa - Setteville di Guidonia - RM
    by Giorgio Pintus on 13 marzo 2015 at 19:28

    Prima di perdere la memoria di questi interessanti ruderi, oramai nascosti alla vista dalla crescita di piante e da rampicanti che la avvolgono come a preservarla da ulteriori crolli e al degrado, ho voluto visitare questa basilica di Santa Sinforosa, perchè di questo si tratta, e vedere di persona le condizioni in cui si trova. A vederla sembrerebbe la solita costruzione diruta per il trascorrere degli anni ma si vede chiaramente che anche l'uomo ha fortemente contribuito e contribuisce al suo disfacimento, Stiamo parlando di una basilica eretta già nel III - inizio del IV sec. d,C. e della quale non rimangono che pochi resti architettonici, abside e presbiterio. Santa Sinforosa visse in quei luoghi nel periodo Adrianeo e da questi martirizzata.   Una tarda rappresentazione di Santa Sinforosa con i suoi sette figliPosizione della basilica sulla Via Tiburtina Lat. 4194480233 Long.12.66394526Abside visto dall'esternoAbsideParete dx con apertureParte del presbiteroIngresso attualeAbside parte esterna […]